Questo sito…..

Nel tardo latino medioevale “compagno” era colui con cui si divideva il pane, “cum panis”. Inevitabile il richiamo al vecchio giradischi di Radio Aut, dove mettevo sul piatto “Rimmel” di De Gregori per mandare in onda “Pablo”, “prima parlava piano, e io non lo capivo, ma il pane con lui lo dividevo”. Magari non era il pane, ma le sigarette. E poi quell’”hanno ammazzato Pablo, Pablo è vivo”, con seguito di applausi”, con inevitabile riferimento a Peppino. Compagno è poi […]

Leggi tutto... 2

L’Aquila: sezione del Partito Comunista dedicata a Peppino Impastato

L’AQUILA – È stata aperta all’Aquila una sezione del partito comunista, dedicata a Giuseppe Impastato “Peppino”, giornalista e attivista siciliano, componente di Democrazia proletaria, noto per le sue denunce contro Cosa Nostra, a seguito delle quali fu assassinato a soli 30 anni il 9 maggio 1978. Fu cercato di coprire il delitto, che rimase per molti anni senza un mandante, facendolo passare come suicidio, il corpo di Impastato infatti venne ritrovato dilaniato sui binari, a causa di una carica di tritolo, […]

Leggi tutto... 0

Brindisi: squallida storia di caporali e di schiavi.

Conveniva andare con loro, dicevano, perché così riuscivano a lavorare per molti mesi. Con l’agenzia, invece, sostenevano che l’impiego nei campi sarebbe durato al massimo un mese. E le braccianti, tutte donne, quasi esclusivamente italiane, accettavano la proposta dei presunti caporali, spinte dallo stato di indigenza e necessità. Sopportavano la ‘cresta’ e orari di lavoro prolungati. Si accontentavano di 38 euro al giorno per 8 ore di lavoro, invece di 55 per 6 e mezza come era scritto nel contratto. Dovevano perfino […]

Leggi tutto... 0

“Ius soli”, cinque bufale (smontate) sulla nuova legge

C’è chi evoca il pericolo di una sostituzione etnica, chi parla di cittadinanza facile e chi di islamizzazione della società. Ma cosa dice davvero il testo in discussione al Senato? 20 giugno 2017 ROMA – E’ stata incardinata in Senato, ora per la riforma della cittadinanza manca solo “l’ultimo miglio” come ha sottolineato la relatrice Doris Lo Moro. Ma la nuova legge per diventare cittadini italiani continua a far discutere e sono molte anche le informazioni false che si stanno […]

Leggi tutto... 0

Il sistema di potere clientelare-mafioso da Danilo Dolci ai nostri giorni. (Francesco Virga)

Qualche settimana fa l’edizione palermitana del giornale La Repubblica  apriva con questo titolo: Regione, milioni per i clientes. Il sottotitolo precisava: “Assistenza, tirocini, microcredito: pioggia di soldi alle onlus di partito”. Seguiva nella pagina seguente un documentato articolo di Antonio Fraschilla che non mancava di notare come la notizia fosse trapelata solo perché qualche Associazione era rimasta esclusa  dal beneficio. Questo l’inizio dell’articolo: “La campagna elettorale per le amministrative è già iniziata. Ad accorgersene per primi sono stati i deputati […]

Leggi tutto... 0

Cianfrusaglie tra prosa e poesia

Ho trovato su facebook questa riflessione intima del mio buon amico Luigi Lombardo e ho provato a ridurla in versi. A volte tra poesia e prosa ci sono barriere insormontabili, altre volte, con la prosa poetica le barriere si accorciano, ma “il verso e la dolce armonia che lo governa”, per dirla con Foscolo, apre spazi di musicalità, pause, distonie, flash, parentesi, sentieri verso impreviste e striscianti sensazioni, esaltazioni e tristezze, scorciatoie per altre dimensioni…….     Cianfrusaglie.. di una […]

Leggi tutto... 0

I funerali di Peppino

A parte un po’ di animazione davanti alla casa di Peppino, la mattinata trascorre in una sorta di calma surreale, quasi si fosse data in giro una parola d’ordine, quella di dimenticare tutto, di comportarsi come se nulla fosse accaduto.  E’ nel primo pomeriggio che cominciano a notarsi strani movimenti: dal fondo del Corso arrivano a gruppi di giovani,  col codino, con lo zainetto in spalla, barba e capelli incolti, vestiti quasi da straccioni, chi con bastoni avvolti da bandiere […]

Leggi tutto... 0

Una poesia per Felicia

La tua voce non si è chinata                 Felicia, la tua voce non si è chinata di fronte ai falsi binari assassini di maggio, tra sospiri d’attesa immersi nel silenzio di ghiaccio popolare proprio come un treno, la tua vita scorreva velocemente, i tuoi occhi coraggiosi invocavano voci e volti per caplre, seguivi I suoi passi coraggiosi, cento, colmi dì luce disegnavi il suo sorriso sulla sabbia onesta di Cinisi, per respirare il […]

Leggi tutto... 0

Lo strano caso di due genitori nonni privati della figlia. Nè genitori nè nonni

   E’ successo a Mirabello Monferrato, un paese del Piemonte. Una storia che dimostra come, da parte di alcuni tribunali in Italia  si proceda con sistemi disumani e spesso feroci, degni di un regime autoritario, con l’alibi e l’ipocrisia di giustificare il proprio operato “per il bene del soggetto in causa”. Lei, Gabriella Carsano aveva 57 anni, lui Luigi Deambrosis 69,  quando, dopo avere avanzato al tribunale diverse richieste per l’adozione di un bambino, respinte a causa dell’età, ricorsero, all’estero […]

Leggi tutto... 0

L’errore delle elezioni anticipate

Negli ultimi giorni in Italia c’è stata un’accelerazione verso le elezioni politiche anticipate, invocate da molti partiti e movimenti, seppure per ragioni diverse. Questa circostanza è abbastanza curiosa, poiché la materia – stando all’art. 88 della Costituzione – è innanzitutto di competenza del Presidente della Repubblica, il quale “può, sentiti i loro Presidenti, sciogliere le Camere”. In realtà sul piatto di un possibile accordo sulla legge elettorale alcune forze politiche hanno inserito anche la data della prossima consultazione elettorale, come […]

Leggi tutto... 0

Funerali privatissimi per il boss monteleprino Lombardo

SI SONO SVOLTI IERI, IN FORMA RISERVATAMENTE PRIVATA E CON ACCESSO CONSENTITO SOLO AI FAMILIARI PIÙ INTIMI, SU DISPOSIZIONE DEL QUESTORE DI PALERMO RENATO CORTESE, I FUNERALI DEL VECCHIO BOSS MONTELEPRINO SALVATORE LOMBARDO. Il boss è morto nel suo letto, dopo essere stato più volte condannato agli arresti domiciliari, sia per l’età già avanzata, sia per una serie di malattie certificate, e quindi per precarie condizioni di salute, che tanto erano precarie da consentirgli di arrivare alla rispettabile età di […]

Leggi tutto... 0

Seguimi su Facebook